A Ciminna parte la Protezione Civile

Ieri sera l'amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Vito Barone, ha convocato un'assemblea cittadina per presentare alla cittadinanza il Piano di Protezione Civile e comunicare dei chiarimenti sui solleciti di pagamento che arriveranno in questi giorni ai ciminnesi.L'assemblea tenutasi presso l'aula magna del Liceo Nicolò Palmeri, ha visto la partecipazione di pochi cittadini, che evidentemente non hanno percepito l'importanza dei temi trattati. 

Dopo i saluti di rito, il Sindaco prima di dare la parola al dott. Pagano redattore del progetto, ha presentato il nuovo responsabile della protezione civile Domenico Passantino, ringraziandolo per avere accettato il gravoso incarico affidatogli.

Il dottor Pagano ha illustrato minuziosamente il nuovo piano di protezione civile da lui redatto, evidenziando le modifiche apportate dalla nuova amministrazione, nello specifico l'utilizzo di un gruppo elettrogeno a servizio delle strutture dedite alla gestione delle emergenze.

Nel nuovo piano di protezione civile, finalmente vengono individuate le figure responsabili delle attività di primo soccorso, attività che per tempistiche devono essere svolte necessariamente dal Sindaco, dalla squadra designata nel piano e dai cittadini, infatti, il dott. Pagano ha voluto sottolineare il ruolo cardine di ciascun cittadino all'interno del Piano di Protezione Civile, sia come sentinella del territorio sia come parte integrante della macchina di protezione civile, auspicando la messa in campo di esercitazioni e di formazione della popolazione a partire dalle scuole.

Successivamente, è intervenuto il Presidente dell'Associazione LiberaMente Ciminna, che ha ringraziato il Sindaco per avere dato corso alla richiesta presentata dallo stesso, subito dopo le emergenze incendi di questa estate, che hanno messo a dura prova una macchina di Protezione Civile non ancora attiva e che comunque grazie alla buona volontà dei singoli ha evitato il peggio. 

Inoltre, sempre da LiberaMente Ciminna è stata segnalata la mancanza di un sistema di ridondanza nei sistemi di telecomunicazione nel piano appena presentato, sistemi che in situazioni di emergenza possono fare la differenza nella tempistica d'intervento e nella gestione stessa dell'emergenza creando ridondanze che aumentano il livello di efficienza della macchina dei soccorsi. Nello specifico, veniva segnalato ai presenti, la possibilità di aderire alla rete comunitaria realizzata dall'Associazione di Promozione Sociale "Progetto Wireco Ciminna" che grazie alla sua topologia ed alla sua copertura (Campofelice di Fitalia - Ciminna - Baucina - Ventimiglia di Sicilia) garantirebbe un elevato livello di connettività sul territorio in alternativa ai sistemi tradizionali di comunicazione.

In conclusione il Sindaco, ha voluto ribadire che i solleciti di pagamento che in questi giorni arriveranno ai cittadini, sono un atto dovuto per non incorrere in un danno erariale per l'Ente e che quindi le voci di aumenti di tasse circolate in questi giorni sono infondate.

 

 

 

Rispondi

Campagna Generation Awake, piccole azioni per migliorare il nostro mondo

Seguici via Email

Inserisci il tuo indirizzo email e potrai seguire LiberaMente Ciminna ricevendo le notifiche di nuovi articoli direttamente nella tua email.

Archivio